L’algoritmo di Google e il pagerank

Google e i suoi cambiamenti

Ormai si sa, di tanto in tanto Google aggiorna il suo algoritmo, inserendo più filtri, dando così ai navigatori nel web risultati sempre migliori ed evitare la manipolazione dei risultati da parte dei SEO che si ritengono sempre “più furbi” ma che in fondo, furbi non lo sono… Con tutti questi cambiamenti e filtri di Google, è ovvio che tra i primi risultati delle ricerche, ci sono sempre le pagine che più meritano di essere AL PRIMO POSTO NEI MOTORI DI RICERCA.

Tra gli ultimi algoritmi di Google, i più significativi secondo i webmaster, sono stati Google Panda nel 2011 e Google Penguin nel 2012.

L’algoritmo di Google, la più grande azienda mondiale con sede a Mountain View, con il tempo è diventato molto più diffidente dei contenuti nelle pagine web, infatti sono stati inseriti oltre 200 filtri che controllano e monitorano il SEO Copywriting dei siti web. Inoltre, è risaputo che le versioni più recenti di tutti gli algoritmi di Google rimangono segretissime. Da qualche mese però è apparao un nuovo algoritmo: Hummingbird.

Esso lavora con un livello ancor più profondo e persuasivo nelle pagine appartenenti alle SERP di Google ma ovviamente, anche qui è tutto tenuto sotto chiave a Mountain View…

Pagerank di Google: un altro algoritmo

Il Pagerank di Google, non è altro che un algoritmo che analizza le tue pagine web e ne assegna un valore numerico, tenendo conto di link, news, testi, contenuti, foto ecc…Siglato in PR, l’algoritmo di Pagerank è stato brevettato (US 6285999) dalla Stanford University.